Gianluca Pazzaglia Gianluca Pazzaglia Gianluca Pazzaglia Gianluca Pazzaglia

Il bene della paziente è la nostra missione da oltre 40 anni

Registrazione ed accesso

Clicca qui per registrarti o accedere. Avrai accesso alle aree riservate del portale con articoli recensioni e novità, e se vuoi riceverai la mia newsletter.

Articolo

La vitamina D

Personalmente credo che le soluzioni ai problemi siano semplici. Sicuramente più semplici del problema che vanno a risolvere, altrimenti lo complicano.

La vitamina D agisce nel senso della semplicità.

Spesso si sente dire che una certa sostanza fa una certa cosa salvo poi sentire o leggere tempo dopo che fa l’esatto contrario. Prima si legge che fa bene; tempo dopo che fa male.

Come si spiega tutto ciò?

Questo fenomeno spesso è dovuto al fatto che molti studi scientifici sono di tipo osservazionale. Registrano cioè un’osservazione: ad esempio i popoli che mangiano più carne hanno più tumori al colon. Questa è un’osservazione che però non ci dice se la carne causa il tumore al colon. Non solo ma i popoli che consumano più  carne potrebbero fumare di più o muoversi di meno ed essere queste le cause del tumore al colon. Oppure tutte le condizioni messe assieme.

Vecchi studi osservazionali hanno riscontrato meno tumori tra coloro che consumano più frutta e verdura. Studi osservazionali recenti ridimensionano il fenomeno.

Per questa via giungere a conclusioni certe non è facile.

Almeno fino a quando non si eseguono studi cosiddetti a doppio cieco in cui né il medico che somministra una certa sostanza né il paziente che la assume sono a conoscenza di cosa si tratti.

Questo tipo di studio per la vitamina D è stato già condotto nel 2007 ed ha dimostrato un fatto clamoroso: assumere vitamina D (assieme al calcio nello studio) riduce del 77% l’insorgenza dei tumori. Penso che sia una informazione estremamente importante, direi rivoluzionaria.

A questo punto c’è da chiedersi se abbiamo bisogno di introdurre vitamina D, se non sia già sufficiente quella che produciamo esponendoci alla luce solare oppure che assumiamo col cibo. Vi risparmio tutte le dissertazioni relative al fatto che stiamo poco tempo all’aperto, che c’è “l’effetto serra”, che ci proteggiamo coi filtri solari, etc. Vi voglio solo rammentare che tumori e malattie autoimmuni aumentano progressivamente andando dall’equatore verso i poli e che l’America è attraversata dal 37 parallelo terrestre: al di sopra di questa linea immaginaria tumori e malattie autoimmuni raddoppiano di numero.

Per sapere poi se proprio noi siamo carenti basta dosare nel sangue la 25-idrossi-vitamina D: i valori normali (fino a 24 ng/ml), prevengono solamente il rachitismo. Valori ottimali (40-60 ng/ml) consentono invece di prevenire numerose malattie.

Pertanto per sapere se dobbiamo assumere o no vitamina D è sufficiente un semplice esame del sangue.

La vitamina D è quindi una soluzione estremamente semplice per ridurre significativamente il rischio di sviluppare un tumore.

http://www.gianlucapazzaglia.com/blog/blog/13/la_vitamina_d
creato il 2013-11-18 19:19:14 +0100 modificato il 2013-11-19 16:17:10 +0100 da: Gianluca Pazzaglia
dott. Gianluca Pazzaglia

Breasting Center

Il Bresting Center è una struttura ambulatoriale di eccellenza nata per offrire una vasta gamma di servizi. E' situata a Perugia ed offre i proprie prestazioni a tutte le nostre pazienti, proventienti dall'intero territorio nazionale.

dott. Gianluca Pazzaglia

Il mio nuovo libro

Ogni anno diventiamo più forti davanti al tumore, i dati lo dimostrano. Ma una diagnosi di cancro fa ancora paura... (leggi)

dott. Gianluca Pazzaglia

Seguici sui media

Unitamente all'attività ambulatoriale e scientfica il Dr. Pazzaglia ha intrapreso una serie di brillanti interventi mediatici per comunicare, in maniera chiara ed efficace, argomenti di estremo interesse. In questa sezione una breve raccolta delle presenze video. (guarda i video)